Tutti noi abbiamo un luogo che ci è rimasto nel cuore, un posto che ci ha entusiasmato e che abbiamo lasciato con un po’ di magone. Accade sempre allo stesso modo: un viaggio senza troppe aspettative si trasforma in un viaggio che non si dimenticherà mai.

È così anche per voi? Per me, quel luogo magico si chiama Bruges.

Lo ammetto: ho pianificato la visita di Bruges diversi anni fa durante un tour in giro per l’Europa senza darci troppo peso, senza considerarla una tappa fondamentale ma quasi riempitiva, tappabuchi, di quei posti che “dai è qui vicino, facciamoci un salto…”. E invece…

Bruges

Bruges

Ricordo ancora quei ponti incantati, quei canali fiabeschi e quella tranquillità disarmante. Bruges è un mondo a parte, di una raffinatezza e di un’eleganza sobria che lascia interdetti.

Perché ve ne parlo? Perché oggi, se sono trascorsi diversi anni?

Il motivo è molto semplice: girovagando sul web mi sono imbattuto – sul sito Euromaster Life – proprio in un post su Bruges molto ben scritto che mi ha fatto riaffiorare in un secondo tutti questi ricordi, insieme ad un po’ di nostalgia.

Viaggiare apre la mente, questo è appurato; viaggiare, però, apre anche il cuore, facendogli entrare una valanga di emozioni e sensazioni che vi resteranno custodite in eterno, pronte a saltare fuori ad ogni minima sollecitazione.

Questo è quello che mi è accaduto sfogliando le pagine del sito life.euromaster-pneumatici.it e leggendo il post su Bruges, questo è quello che accadrà a tanti di voi leggendo uno dei post pubblicati sul sito Euromaster Life.

Provare per credere…

Buzzoole