Millelire continua a rievocare con sorridente nostalgia la “Lira”, simbolo di un’epoca felice per l’Italia, e propone un nuovo richiamo storico da indossare quotidianamente: un trio di orologi Millelire per firmare proprio il tempo delle millelire.

Orologi Millelire | Il modello Giuseppe VerdiGli orologi Millelire si rifanno a tre storiche banconote: Giuseppe Verdi, la Grande M ed il Busto D’Italia.

I tre modelli, che aspirano a “racchiudere il tempo delle millelire”, incastonano all’interno della cassa un pezzetto di banconota serigrafata su metallo.

Altri dettagli richiamano il vecchio conio e più precisamente la classica moneta: ecco comparire infatti zigrinature laterali che personalizzano la cassa insieme all’incisione della scritta 1000 lire.

Per il cinturino un’accoppiatura di pelle (cuoio conciato al vegetale, un processo basato sull’utilizzo di tannini naturali provenienti dagli alberi) e fodera cucite tra loro; all’interno della fodera è impresso a caldo il logo Millelire. La cassa è rivestita in pvd ottonato water resistant a 3 atm.

Orologi Millelire, i tre nuovi modelli

Tre i modelli disponibili di orologi Millelire:

Giuseppe Verdi con cinturino nero

Emesso dal 1969 al 1981, il ritratto del compositore è più realistico di quello stampato sulla versione precedente. A fianco si trova la celebre Arpa Estense, strumento del 1558 di scuola ferrarese conservato nella Galleria Estense di Modena. Al verso c’è un’immagine del Teatro alla Scala. Se si eccettuano le prime emissioni, la carta impiegata è di colore ocra. Di questo biglietto furono autorizzati 1.972.000.000 pezzi.

Grande M con cinturino testa di moro

E’ la prima banconota da 1.000 lire emessa dalla Banca d’Italia con il proprio nome e vede la luce nel 1897, disegnata dall’artista senese Rinaldo Barbetti. Banconote con questo disegno, con variazioni minime, furono stampate sino al 1950. Andarono fuori corso il 30 giugno 1953. Questa banconota è comunemente denominata grande “M”.

Busto d’Italia con cinturino blu

Nel 1982 nasce una banconota che raffigura sul recto il ritratto di Marco Polo ripreso da un dipinto conservato nella Galleria Doria Pamphili di Roma. Sul verso invece uno scorcio del Palazzo Ducale di Venezia rappresentato in verticale. Il biglietto ha avuto corso legale fino al 30 giugno 1995 ed è stato stampato in 2.148.000.000 esemplari.

Informazioni sugli orologi Millelire al sito www.stilemillelire.it