Martedì 16 novembre 2010, a partire dalle ore 18:30, il Maestro Zen Tetsugen Serra inaugura, presso lo storico spazio espositivo di Milano Surimono, la personale “Gassho” dell’artista Emanuela Fecchio, nome d’arte Jiang xuě – Neve che cade.

Gassho di Emanuela FecchioLa mostra ospiterà 16 opere del progetto mamotiamo realizzate in Digital Art Limited Edition e personalizzate a mano dall’artista con sigillo e certificazione Digigraphie.

Stampata su carta cotone Fine Art, ogni opera è montata a “rotolo”, ispirandosi all’antica arte giapponese su carta di riso kakemono.

La protagonista delle opere è Mamo, una ragazza arrivata dall’Oriente che, da uno schizzo su un pezzo di carta, Emanuela Fecchio trasforma in un vero e proprio progetto d’arte contemporanea, un’esperienza creativa e interiore che abbraccia con armonia la moderna digital art, la filosofia Zen e la millenaria arte della calligrafia estremo orientale.

Mamo rappresenta infatti l’interprete femminile di un pensiero ricco di meditazione, silenzio e ricerca interiore, ma è anche veicolo di una speciale forma di rispetto e ringraziamento verso quelle culture millenarie orientali e quei Maestri cui Emanuela Fecchio, da sempre, volge il proprio sguardo e trae ispirazione.

Da qui nasce il titolo della mostra, Gassho, una posizione rituale delle mani che, nella tradizione Zen, si uniscono all’altezza del cuore in segno di rispetto e di ringraziamento.

Emanuela Fecchio | Opere

KoinoboriLe opere di Emanuela rivelano riflessioni sulla vita e la sua fragilità, sulla pace e sull’esperienza del vivere nel “cuore di tutte le cose”: una quotidianità letta dall’artista attraverso lo sguardo Zen e trasmessa al cuore e agli occhi del pubblico sotto forma di metafora artistica con immagini di forte valenza simbolica e cromie accese che rievocano le tradizioni più antiche. Come Koinobori e Gassho che sono state ispirate dall’incontro con il Maestro Zen Tetsugen Serra, i cui insegnamenti hanno arricchito di significato la pratica Zen di Emanuela.

L’opportunità di poter esporre presso la prestigiosa Galleria Surimono è per Emanuela un motivo di gioia professionale e personale:

Da bambina abitavo vicino al negozio Surimono e, ogni volta che vi passavo davanti, mi fermavo ad ammirare quel pezzo di Giappone nel centro di Milano. Mai avrei pensato che un giorno quegli stessi muri intrisi di tradizioni e originalita avrebbero potuto ospitare una mia mostra. E per me una grande gioia portare mamotiamo e il Monastero Zen il Cerchio in un luogo cosi affascinante, pieno di colori e piccoli particolari contrapposti all’essenzialità dell’estetica orientale”. Emanuela Fecchio.

  • Mostra: Gassho
  • Artista: Emanuela Fecchio, nome d’arte Jiang xuě – Neve che cade.
  • Sede: Surimono, Corso Monforte 25 Milano tel. 02 76001770 – e-mail [email protected]
  • Periodo: dal 15 al 24 novembre 2010.
  • Orari: lunedì dalle 14:30 alle 19:30, gli altri giorni dalle 10:00 alle 19:30, domenica chiuso.
  • Ingresso: libero.
  • Inaugurazione: 16 novembre ore 18:30. Inaugura la mostra il Maestro Zen Tetsugen Serra.