Per la collezione Autunno Inverno 2012 2013 Cycle uomo si presenta con una nuova moda che si riassume nel claim “Never Trust Anyone”, non credere a nessuno, mai fidarsi; un viaggio solitario come la figura del lupo, ispiratrice di questa nuova collezione uomo 2012 Cycle uomo.

Cycle uomo, la collezione autunno Inverno 2012 2013

Cycle uomo, la collezione autunno Inverno 2012 2013

Cycle uomo in alta quota. La montagna é rivisitata attraverso capi uomo alla moda, una sintesi reale di uno stile di vita scelto come tema ispiratore della collezione, traslando dall’anima all’abbigliamento.

Il lupo è protagonista di stampe e ricami. Ci troviamo nel cuore della vecchia Europa, le Alpi come paesaggio intriso di storia. Tra le Alpi, il Tirolo, con la sua cultura inconfondibile, è un altro spunto creativo di questa collezione.

L’ispirazione Cycle nella moda uomo si riconosce nelle lane lavorate in modo innovativo nelle proprie collezioni e nei jeans Cycle.

Cycle trasferisce nel prodotto laniero la stessa esperienza, know-how, qualità e stile, che può vantare nei jeans Cycle.

La lana è presente in tutte le sue declinazioni, arricchita da inserti in pelle e pelliccia. Il peacoat, capo chiave della collezione, è presentato in felpa, panno e gabardina, fustagno, rasi e pelle.

Tessuti, il loden, tagli e proporzioni classici e tipici di montagna, sono tutti personalizzati in stile Cycle. Fodere, stampe e ricami riempiono t-shirt e felpe. Gli accessori Cycle in metallo si arrugginiscono a conferire un effetto vissuto.

Il jeans Cycle si sporca di carbone e di fango, è logoro, con rotture e abrasioni; very used, sovra-tinto, scuro, destroyed.

Cycle uomo, la collezione autunno Inverno 2012 2013

Cycle uomo, la collezione autunno Inverno 2012 2013

Molte sono le contaminazioni di ispirazione militare, attualizzate da Cycle, accanto alle quali troviamo capi e accessori in lana Mountain Rescue abbinati a tessuti mimetici e piumini downproof in piuma d’oca.

Cycle Fest è un secondo quadro di stile: è il momento più formale. In Baviera predomina il giallo senape, il blu bavarese o azzurro monaco, con il bordeaux, spiccano con energia tra i marroni e i colori della terra.

In questo gruppo Cycle propone camicie, pantaloni più stretti, il jeans Cycle si ripulisce e la maglieria si fa più slim. Aumentano le vestibilità touch nei pantaloni aderenti ma confortevoli.

Protagonista il tricot, accostato a camicie in jeans, chinos, giacche e cappotti doppiopetto.

Gli accostamenti cromatici la fanno da padrone, trattamenti meno evidenti e colori primari non sporcati.

A completare il look Cycle Uomo ecco bretelle, cinture, sciarpe.